Trieste - photo by Teresa Mancini

OLIO CAPITALE DI TRIESTE: SUCCESSO PER DEGUSTAZIONE ITALIA-CROAZIA

marzo 11, 2014 di Redazione Unasco - Nessun commento

Pieno successo, a Olio Capitale 2014 a Trieste, per la degustazione guidata bilaterale Italia-Croazia curata da Marco Oreggia, autore della guida ”Flos Olei”.

Protagonista il giornalista e critico enogastronomico, e confermato il successo delle degustazioni e dei mini corsi d’assaggio organizzati all’interno dell’ottavo salone degli Oli Extravergini tipici e di qualità. Per il terzo giorno consecutivo è stato infatti registrato il tutto esaurito agli showcooking e alle degustazioni guidate. ”Olio Capitale – ha commentato Oreggia – offre ai consumatori che vogliono scoprire il mondo dell’extra vergine o desiderano fare nuove esperienze un’opportunità importante: avere a disposizione per quattro giorni una scelta di oli incredibilmente ampia. Sicuramente la scelta di organizzare quest’evento a Trieste è ottima, perchè la città può essere il punto di raccordo con l’Est e l’Asia, per cui è importante continuare ad incrementare il taglio di internazionalizzazione della manifestazione, sia nei confronti del bacino del Mediterraneo, sia verso il mondo”.

Nel pomeriggio Oreggia è intervenuto, assieme a Valerio Cappio, al convegno ”La nostra eccellenza fra qualità, sicurezza e origine: Il carrello degli oli tracciati Unasco”. ”La polemica scatenata dalla vignette del New York Times – ha detto il critico – è un esempio di cattivo giornalismo e di suicidio della comunicazione. Il giornalismo d’inchiesta è una cosa seria, per cui quando lo si fa si devono avere le prove e citare i nomi e cognomi di coloro che hanno comportamenti scorretti, i quali devono essere denunciati agli organi competenti. Fare di tutta l’erba un fascio e mettere alla gogna anche i produttori onesti, che sono la grande maggioranza, non significa fare informazione, ma danneggiare l’intero settore oleario”. La fiera si è conclusa con la proclamazione dei vincitori del Concorso Olio Capitale 2014.

Da ricordare che il secondo giorno di Olio Capitale ha visto protagonisti a Trieste l’Associazione Nazionale Città dell’Olio e La Commanderie de Cordons Bleus de France, mentre cresce l’attesa per la presentazione dell’etichetta che parla di questo pomeriggio. L’ottavo Salone degli oli extra vergini tipici e di qualità è stato la prima tappa del ”Girolio d’Italia 2014”, che celebra il ventennale dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, e l’occasione per La Commanderie di accogliere al proprio interno sei nuovi giovani membri. Il convegno ”Territorio, salute e alimentazione: opportunità per l’extravergine di Oliva” ha tracciato un focus sull’importanza della qualità non solo per la promozione delle eccellenze del nostro Paese, come l’olio extra vergine d’oliva, ma anche per la promozione degli stili di vita salutari. Dell’importanza della qualità in tavola per promuovere i prodotti italiani ha parlato il presidente, Enrico Lupi: ”Dobbiamo dare al consumatore gli strumenti per capire che un extravergine di qualità non può costare quanto uno di basso livello. Nel prossimo futuro delle Città dell’Olio ci sarà la battaglia per l’adozione da parte della ristorazione di qualità della bottiglietta anti-rabbocco e una presenza significativa all’Expo 2015 dove i territori devono arrivare non da soli, ma facendo rete e sistema insieme, altrimenti rischiano di perdere una grande occasione”.

Si è concentrato sulle produzioni locali il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, che ha proposto anche un maggiore uso del codice QR per la promozione dei prodotti locali: ”Dobbiamo puntare tutto sulla qualità nell’olio come in tutto il settore agroalimentare perchè puntando sulla quantità la sconfitta sarebbe certa. In Friuli Venezia Giulia tutte le quattro province producono olio, ma le criticità sono la dislocazione e la frammentazione quindi dobbiamo lavorare per fare più massa critica, anche in collaborazione con i ristoratori”. Il presidente nazionale dei Cordons Bleus, Toni Sarcina, ha annunciato che il prossimo anno sarà proprio Olio Capitale a ospitare il congresso nazionale del sodalizio. ”È un’iniziativa importante nella promozione del mangiare bene e sano – ha aggiunto – e la nostra presenza qui pone le basi per quello che faremo il prossimo anno. La qualità si giudica a casa e non solamente al ristorante, dove spesso si dà un giudizio positivo guardando solo alla prima impressione. Al ristorante c’è infatti la tendenza a ragionare per classificazioni più che a esprimere un pensiero proprio ed è per questo che è importante trasmettere ai giovani la cultura dei prodotti di qualità”.