RINTRACCIABILITA’

Il sistema di rintracciabilità di filiera certificato UNI EN ISO 22005:08 è in grado di garantire l’origine e la qualità dell’olio extravergine e vergine di oliva attraverso l’identificazione di tutti gli attori della filiera (ruoli e responsabilità) e la definizione di codici numerici che permettono di correlare in ogni momento un lotto di prodotto ai controlli su di esso effettuati e i relativi esiti.

Al sistema UNASCO aderiscono solo le aziende e i frantoi che dimostrano di condividere la mission della UNASCO e che soddisfano i requisiti previsti dal sistema.

Ciascun attore della filiera assicura l’identificazione del prodotto nelle fasi della produzione che lo vedono coinvolto.

Diapositiva06_rintracciabilitaI produttori effettuano la raccolta del prodotto e lo identificano in campo apponendo un cartellino identificativo. Tale identificazione viene poi riportata sul quaderno di campagna, dove sono registrati tutti gli interventi (trattamenti fitosanitari e fertilizzazioni) e le operazioni colturali. Per prevenire e minimizzare il possibile sviluppo di muffe e tossine, le drupe sono stoccate in casse di plastica fenestrate e sollevate da terra, in ambiente fresco e aerato, evitando stasi delle olive superiori alle 48 ore. Il responsabile di frantoio, in fase di accettazione, effettua una serie di controlli quanti – qualitativi e di identificazione che risultano fondamentali per la corretta gestione della rintracciabilità. Le cassette/bins conferite da ciascun produttore sono stoccate in un’area preventivamente identificata con un cartello, indicante la dicitura “Prodotto a Filiera”. La materia  prima “a filiera” è lavorata separatamente dagli altri prodotti e la separazione avviene nel tempo, nel caso di frantoio con un’unica linea di lavorazione, oppure nello spazio, laddove sono

disponibili più linee di lavorazione, nel quale caso una linea è “dedicata” allo scopo. Dopo la lavorazione, il prodotto a filiera è stoccato in silos/contenitori correttamente identificati.

Per ogni lotto di stoccaggio sono eseguite analisi chimico-fisiche al fine di classificare l’olio secondo i parametri più significativi (acidità, polifenoli totali, indice dei perossidi, delta K, alchil esteri).

Agronomi e tecnici professionisti assicurano adeguata assistenza tecnica alle aziende attraverso controlli periodici in campo.

Nell’ottica del miglioramento continuo dei sistemi e metodi di identificazione del prodotto, e in particolare, della gestione dell’intera filiera, è stato realizzato un applicativo web-based, con accesso ristretto, che consente agli operatori della filiera UNASCO di registrare le informazioni relative alla gestione agronomica, lavorazione della materia prima, stoccaggio, confezionamento e controllo qualità.